La prima cosa che mi fa pensare che Natale sta arrivando è quando metto la Corona dell’Avvento al centro della mia tavola.

Ci sono ormai tantissime decorazioni diverse per il tempo di Natale. Si possono fare in casa oppure si possono trovare già pronte. A me piace circondarmi dei lavoretti di Natale dei miei bimbi, che non saranno perfetti come quelli comprati ma sanno molto di casa e di cose fatte con amore.

Corona dell’Avvento: significato

La decorazione natalizia che preferisco è quella della corona dell’Avvento, che è appunto una corona di rami intrecciati con sopra 4 candele.

In realtà è un po’ più di una decorazione, è un modo per vivere l’attesa del Natale di domenica in domenica. Infatti, le candele che si usano per comporre la Corona sono 4 come le domeniche che separano l’inizio dell’Avvento dal Natale (si chiama tempo di Avvento).

La prima candela viene accesa la prima domenica di Avvento e così via fino all’ultima. Talvolta si trova una quinta candela al centro che viene accesa il giorno di Natale. 

La storia della corona d’Avvento

La corona dell’Avvento è una tradizione natalizia antica, tipica dei paesi anglosassoni e germanici. Le sue radici pare affondino nei riti della luce che si svolgevano in inverno, nel mese di dicembre. Fu ideata nel XIX secolo da un pastore protestante e piano piano prese piede in tutta Europa.

Oggi ci sono tantissimi tipi di corone dell’Avvento, dalle più tradizionali a quelle più originali. Insomma, ci si può sbizzarrire.

Le corone dell’Avvento tradizionali sono fatte con dei rami di sempreverdi intrecciati fino a formare un cerchio (una corona, appunto). Sopra la corona vengono posizionate 4 candele con degli appositi reggicandela. 

Le candele possono essere di diversi colori. Possono essere semplicemente bianche, oppure rosse o d’oro che sono colori natalizi. Oppure possono essere 3 viola e 1 rosa. Questo perché il viola è il colore dell’Avvento e rosa è il colore della domenica Gaudete che è la terza domenica di Avvento. 

Le candele possono essere tutte della stessa grandezza oppure a scaletta, con la più alta che viene accesa per prima e via via le altre più corte. In questo modo, a Natale, sono tutte della stessa grandezza 🙂

Come fare la Corona natalizia in casa!

Come per l’albero di Natale anche le corone dell’Avvento ora sono spesso di plastica. A me piacciono di meno, come mi piace meno l’albero di Natale di plastica, però capisco che per alcuni può essere più pratico.

Qui sotto trovi alcune idee che ho realizzato io.

Ho usato tutte cose che ho raccolto durante le gite o per strada o che avevo in casa. Ad esempio ho:

  • raccolto diversi tipi di pigna quando facevo gite in campagna
  • usato rami di edera e di rosmarino da arrotolare attorno alle candele
  • seccato delle arance e aggiunto dell’anice stellato al centro sempre per decorare le candele

Come base ho usato dei dischi di legno che puoi trovare nei negozi specializzati o su Amazon. Ho usato anche dei cestini di legno intrecciato e dei piatti. 

Come fare la corona dell'avvento

Poi ho usato:

  • nastri
  • spago da cucina
  • ciondoli
  • noci
  • cannella
  • zucchette 

Ci siamo messi una mattina con i figli e abbiamo cominciato a creare. Un modo per fare cose belle e prepararsi al Natale insieme ai nostri cari.

Cosa ti serve

  • 4 candele (o 5 se vuoi mettere anche quella del Natale)
  • Una base 
  • Decorazioni a piacere come ho elencato sopra

Allora, che fai, ti cimenti anche tu?

Puoi ispirarti alle mie Corone dell’Avvento o trovare altre idee su Pinterest 😉

Hai una tradizione di famiglia e vuoi raccontarmela? Scrivila nei commenti qui sotto: sarà di ispirazione per tutti!